Cuccioli di cactus

Standard

Raramente mi sono cimentato nella semina: un po’ per pigrizia, un po’ per scoramento… L’operazione in sè non è complessa, e devo dire che in genere i primi risultati sono ottimi: tutte le volte i semi sono germogliati, e anche velocemente. Solo che poi c’è sempre un qualche problema: o la terra diventa compatta come cemento, e si forma una crosta di muffe e borraccina che uccide i semenzali, oppure intervengono miriadi di moscerini che si pappano il tutto (e fanno anche un po’ schifo…). Insomma, la cosa non mi soddisfa mai pienamente. Se poi uno va a leggere sui vari forum, ti cascano le ali: chi sterilizza il terreno, chi si contruisce germinatoi atomici, chi esamina le fasi lunari e le maree prima di procedere… Insomma non ce la posso fare!

Oggi, con mio grande stupore mi sono accorto che ai piedi della mia prima pianta, una bella Mammillaria polythele inermis che ormai è diventata grande e bella accestita, è nato un gruppetto di cuccioli di cactus, in modo del tutto naturale e spontaneo. Alla fine della scorsa estate avevo omesso di togliere i frutti dai cactus che ne avevano, e mal me ne incolse in un caso; in questo caso si vede che un frutto si è aperto, ha lasciato cadere i semi sul terreno e quelli hanno fatto il loro dovere, senza alcun accorgimento, senza alcuna cura! Che belli che sono! E ora mi attanaglia il dubbio morale: che devo fare? Li lascio lì? Cerco di trapiantarli? Perchè fitti fitti come sono sicuramente non ce la faranno a crescere tutti… Aiutoooo!!!Mammillaria polythele inermis - semenzali (Medium)

»

  1. Non mi intendo di cactus e non voglio essere poi incolpata di cactuscidio, però penso che una sterzatina (nel senso contadino di: diradare, sfoltire, diminuire di un terzo)……… non farebbe male!

  2. Io lascerei fare alla natura anche perchè tentare il trapianto ora non è proprio possibile dato che i cuccioli sono ancora troppo delicati e quasi sicuramente si danneggerebbero. La selezione naturale consentirà ai più robusti di crescere. In linea di massima prima di tentare il trapianto bisognerebbe aspettare che mettano le prime spine o che, dato che sono figli di M. polythele inermis e spine non ne dovrebbero avere, aspettare che i tubercoli siano ben distinguibili: all’incirca un anno almeno.
    Comunque complimenti per il tuo pollice verde!!!
    Katya

  3. Pingback: Cuccioli di cactus crescono – e stavolta non è un caso | 12mq

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...