E se vi dicessi che ho messo i sottovasi?

Standard

Le poche volte in cui mi sono comportato da animale serio ed ho scritto dei post sulla coltivazione dei cactus (basandomi peraltro unicamente sulla mia esperienza personale e quindi da prendere debitamente con beneficio d’inventario) ho ribadito quella che è la regola aurea n. 1: il terreno deve essere ricco di inerti e ben drenante, e soprattutto non devono esserci ristagni d’acqua. Anzi: ho inneggiato addirittura alla necessità di gettare via i sottovasi!

Ma la coerenza è il mio forte, e difatti da qualche settimana ho dovuto mettere dei sottovasi. Ho dovuto perchè senza ogni volta che innaffiavo le mie piante fiumi di simpatici inerti vulcanici e di terriccio si riversavano nei miei 12mq dai vasetti, e francamente mi ero un po’ seccato di pulire grattare spazzare continuamente (risate registrate). Senza contare che nelle fughe delle mattonelle tendevano a spuntare piante infestanti di vario tipo.

Passate per l’appunto alcune settimane senza perdite di vite vegetali posso mettervi dunque a parte del mio esperimento: ho scelto dei sottovasi rettangolari, del tipo usato in genere per le balconiere, di due diverse lunghezze, 40 e 50 cm, in modo da adattarsi alle mensoline di marmo su cui coltivo i miei cactus sfruttandone tutto lo spazio, e di larghezza adeguata, e vi ho sistemato le mie piantine.

Il problema igienico-sanitario cui cercavo soluzione si è immediatamente risolto. L’acqua esce come sempre rapidamente dai vasi e si deposita nel sottovaso (certo non è che le inondo, do loro la quantità giusta di acqua). La superficie ampia del sottovaso, unita all’esposizione soleggiata del mio terrazzo equatoriale fa in modo che l’eccesso di prezioso liquido vitale possa evaporare molto rapidamente senza ristagnare. Nel giro di una mezzoretta di acqua non v’è più traccia, anche perchè le piantine ne assorbono un po’ dai buchi posti nella parte inferiore dei vasi, e sembra che questo nuovo metodo di irrigazione piaccia loro molto, perchè sono tutte in piena fase vegetativa.

Sono ancora vigile, ma mi sembra che tutto stia andando per il meglio.sottovaso

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...