Chiedimi se sono felice

Standard

wpid-liebster_zps65809ec8Oggi stavo riflettendo sul fatto che è quasi arrivato il primo compleanno di questo piccolo spazio, che ho iniziato in sordina, addirittura concependolo come “privato” e visibile solo a me ma che poi è cresciuto molto più di quanto avrei immaginato, nonostante l’impegno molto discontinuo che posso garantire, soprattutto in questi ultimi mesi… Stavo giusto pensando a come festeggiare questa ricorrenza, che scopro di essere stato nominato per il Liebster Blog Award! Quale modo migliore di festeggiare che ricevere un meraviglioso regalo?

Il Liebster Blog Award è un omaggio assegnato da bloggers che premiano blog con un numero di follower inferiore ai 200 dando quindi loro la possibilità di farsi conoscere attraverso il passaparola. Una volta  ottenuta la nomination si deve pubblicare un nuovo post seguendo 6 differenti fasi:

1: Ringraziare i blog che ti hanno nominato e assegnato il premio;
2: Rispondere alle undici domande richieste dal blog(er) che ti ha nominato/a;
3: Scrivere 11 cose che parlano di te;
4: Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 follower;
5: Formulare le tue 11 domande per il/la BLOGGER che nominerai;
6: Informare i blogger del premio assegnato.

Prooonti, atteeenti… VIAAAAAA!

Step 1. Grazie ad Ambra di Jekoland, un mondo di idee e curiosità: viaggi, cucina, libri e naturalmente natura e piante! Ho scoperto cose interessantissime visitando le sue pagine (dovrò assolutamente approntare anche io un angolo per le piante aromatiche, pensando ai miti greci…)

Step 2. Le 11 domande per me

1. Di cosa parla il tuo blog

Apparentemente di cactus e altre succulente, ma non ho alcuna competenza al riguardo, a parte qualche nozione appiccicata con un post it rigorosamente giallo al cervello e reperita fortunosamente qua e là. In realtà a leggere fra le spine il mio blog parla di curiosità e amore per la vita, di rapporti fra persone e sentimenti.

2. La prima parola che ti viene in mente

Firenze. Se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Occupa più ram nella mia mente che il maledetto antivirus nel mio hardisk.

3. Accumulatore o minimalista

Ho vissuto diverse vite e nella mia vita attuale: minimalista. Non solo materialmente ma soprattutto spiritualmente, ho imparato a sfrondare, ridurre, distinguere.

4. Un odore che ti rappresenta

Non ho dubbi: l’odore della terra. Ho sempre amato l’odore della terra fin da che ho ricordo, dalle scorribande nei boschi che hanno caratterizzato la mia infanzia, quando tornare a casa ricoperti di mota era quantomeno doveroso nei confronti di se stessi e della mamma che ti doveva strigliare. Ho amato l’odore della terra negli scavi archeologici dove ho lavorato per anni: d’estate quando le zolle dure come cemento si staccavano schizzando polvere e d’autunno quando l’umido delle foglie entrava nelle narici pizzicando… Sempre l’odore della terra è stato: felicità. Oggi rinvaso cactus.

5. Un’ epoca che avresti voluto vivere

Tutte! Posso rispondere così? No non posso via… Il periodo storico che mi affascina di più in assoluto è il periodo ellenistico: quando un esercito di greci ha conquistato e poi governato quasi tutto il mondo allora conosciuto, dal loro piccolo paese all’Egitto all’Indo… E se Alessandro non fosse morto a poco più di trent’anni forse sarebbero arrivati anche nell’Occidente mediterraneo! Tradizioni millenarie si sono fuse, persone nate in mondi diversissimi sono entrate in contatto: in Battriana si è scolpito Budda secondo stilemi artistici greci, ad Alessandria si è inventato il metodo scientifico, ovunque si è parlata un’unica lingua: il greco.

6. Correre o camminare

Corro per sudare ma cammino per pensare! Poche cose sono belle come camminare con il naso in su e sognare…

7. Una cosa che rimandi da tempo

Resti un segreto: devo pubblicare una ricerca ma non posso farcela…

8. Se potessi scegliere un super potere

Naturalmente viaggiare nel tempo! Ad esempio avrei da chiedere un paio di cosette ai miei amici Etruschi…

9. La prima volta che hai cucinato

La prima volta che ho cucinato sicuramente leggevo, e mescolavo qualcosa senza guardarlo ma con la faccia immersa in un romanzo!

10. Una cosa che non mangeresti mai più

Io odio il popone!

11. Una parola che ti distingue

Posso usarne due? Oltraggiosamente incomprensibile. Come la Sonata a Kreutzer.

Ammazza quanto ho scritto!

Step 3. La voglio prendere alla lettera: 11 “cose” che parlano di me: una stanza di libri e una scatola di segnalibri, un piccone e un cappello verde militare, un paio di scarpe da trekking e uno zaino, una penna a quattro colori e una penna a china, una bicicletta e una mantella per la pioggia; un rospo che si è trasformato in un principe.

Step 4. Le mie nominations (in realtà non so se tutti questi blog abbiano meno di 200 followers, se non è così scusatemi, non era mia intenzione sottovalutarvi!!!)

http://fiorievecchiepezze.wordpress.com/

http://pazziperlepiante.blogspot.it/

http://giardinaggiosentimentale.blogspot.it/

http://piante-grasse.blogspot.it/

http://giardinoindiretta.blogspot.it/#axzz2OWWjN3G4

http://balconefiorito.wordpress.com/tag/blog/

http://figline365.wordpress.com/

http://marcoballesio.wordpress.com/

Step 5. Le mie 11 domande:

1. Da quanto tempo ti interessi di piante?

2. Che cosa sei nel linguaggio dei fiori?

3. Fiori o foglie?

4. Qual è il tuo albero preferito?

5. Hai mai abbracciato un albero?

6. Leggi libri che parlano di natura?

7. Qual è il tuo libro preferito?

8. Poesia o prosa?

9. Quale pianta pianteresti ma non hai mai piantato?

10. Frutta o verdura?

11. In quale profumo di fiori ti riconosci?

Step 6. Corro!

»

  1. Le cactacee sono state l’oggetto delle mie prime collezioni giardinicole!

    Sono arrivato qui tramite una delle tue nomination… Belle domande, posso risponderti qui?

    1. Da quanto tempo ti interessi di piante?
    dal giorno in cui invece di dire “mamma” ho detto “fiole”

    2. Che cosa sei nel linguaggio dei fiori?
    Magnolia – Amore per la natura

    3. Fiori o foglie?
    Fiori fiori fiori

    4. Qual è il tuo albero preferito?
    Davidia Involucrata

    5. Hai mai abbracciato un albero?
    No

    6. Leggi libri che parlano di natura?
    Ni

    7. Qual è il tuo libro preferito?
    “La parola alla difesa” di Agatha Christie dove l’alibi dell’assassino decade per colpa di una pianta di rose

    8. Poesia o prosa?
    Prosa, la capisco meglio.

    9. Quale pianta pianteresti ma non hai mai piantato?
    Direi che le ho quasi piantate tutte, anche se non tutte hanno attecchito…

    10. Frutta o verdura?
    Verdura!

    11. In quale profumo di fiori ti riconosci?
    Viola del pensiero.

    Buon blog!

    • Ciao e scusami se non ti ho risposto prima! Grazie per essere passato di qui e per le tue risposte… “La parola alla difesa” mi manca, dovrò leggerlo…

  2. scusami, ho trovato il tuo commento solo oggi…grazie per la nomination, sono onorata di tanta attenzione! cosa devo fare? un post sul mio blog per rispondere alle tue domande? sono ancora in tempo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...