La talea di frutto è una realtà

Standard

Lo scorso anno in Grecia avevo preso un frutto di una piccola Opuntia nana che adornava un tabernacolo campestre di una zona sperduta del Mani. A casa, ne avevo estratto i semi, ed avevo provato a seminarli. Avevo letto da qualche parte in Internet che i semi delle Opuntie hanno una superficie particolarmente dura, e perciò dovrebbero essere sottoposti a scarificazione, ovvero ad un trattamento che serve ad ammorbidire il seme e permettergli di germogliare, e che si può effetture in diversi modi più o meno cruenti, che vanno dall’ammollo in acqua calda  fino al bagno in acidi vari. Inutile dire che non ho effettuato nessuno di questi trattamenti, fedele ad un concetto di giardinaggio a impatto zero (?), e infatti non è nato proprio niente!

Lo scorso maggio in Sicilia ho preso un altro frutto del tutto identico a quello che avevo trovato in Grecia: non so a che specie del genere Opuntia appartenga, ma mi piace molto il suo colore rosso-viola. Avevo letto, sempre da qualche parte che non ricordo, che oltre alla talea di foglia e alla talea di fusto esiste anche la talea di frutto! Cioè, come dire che io compro una mela, la metto per terra e diventa un melo… Sì, avete capito bene! Ora, non credo che funzioni proprio proprio per tutti i frutti… Comunque io ho provato a mettere in un vasetto il frutto con l’attaccatura verso il basso inserita nella terra: ed ecco il risultato! Non solo in questi due mesi il frutto non si è ammosciato e non è marcito, ma accanto ad esso sta spuntando una paletta che ha tutti i crismi per essere una futura Opuntia! Vi assicuro che è spuntata veramente dal frutto: se si prova a muoverlo delicatamente, la paletta si muove insieme con lui. E per rassicurarvi su questo fatto, si vede chiaramente nella seconda foto che sta per spuntare una seconda paletta, accanto alla prima, proprio dalla superficie del frutto…

Una risposta »

  1. Pingback: A grande richiesta torna la talea di frutto (rullo di tamburi!) | 12mq

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...